CERT-EU

Swascan nella Hall of Fame del CERT-EU

Un altro successo per il Cyber Research Team di Swascan, che si aggiunge alla lunga lista di Vulnerability Disclosure e collaborazioni già portate a termine con successo in meno di 12 mesi: Swascan è stata ufficialmente inserita nella Hall of Fame del CERT-EU.

Parlando del riconoscimento – in particolare in un momento così complesso -, Pierguido Iezzi, Co-Founder di Swascan ha sottolineato: “La situazione che il Paese sta affrontando è sicuramente difficile, ma “io resto a casa” non significa che l’Italia è rimasta immobile, anzi continua a lavorare. Ogni eccellenza italiana sta facendo la sua parte mostrando il proprio valore. Lo stanno facendo i centri di ricerca farmaceutica per la ricerca di un vaccino per la tutela della salute. Lo stanno facendo le aziende mettendo in campo in brevissimo tempo una concreta Digital Tarsformation garantendo lo Smart Working a tantissimi lavoratori in brevissimo tempo. Noi di Swascan abbiamo messo in campo le nostre competenze di Cyber Security garantiamo la tutela e la gestione dei Cyber Risk aziendali e la Business Continuty”

L’importanza della Cyber Security, ha continuato, non può prescindere dalle circostanze – per quanto complesse possano essere – che stiamo tutti affrontando.

“Nel mondo della Cyber non dobbiamo abbassare la guardia, soprattutto in un momento come questo dove le aziende devono assicurassi business continuty.  La cyber security aziendale è uno dei driver per garantire la ripresa del paese e la continuità delle azienda. I Criminal hacker non sono purtroppo in quarantena e se lo fossero, #iorestoacasa per loro non impatterebbe sul “lavoro”, anzi avrebbero più tempo…”

Il Processo di collaborazione con CERT-EU

Il processo che ha portato al riconoscimento è partito dal gruppo di ricerca Swascan. Questo ha infatti individuato una serie di vulnerabilità e criticità su alcuni domini e Web Application appartenenti agli enti e alle organizzazioni che fanno capo a Bruxelles.

Queste, se sfruttate da Threat Actors o Criminal Hacker, avrebbe potuto impattare la confidenzialità dei dati e delle informazioni sensibili, la loro integrità e la loro disponibilità.

La segnalazione rientra nell’iniziativa di Vulnerability Disclosure che fa capo al CERT-EU, che incoraggia i ricercatori e le aziende europee a collaborare per una migliore difesa degli enti comunitari.

Una volta isolate con precisione le vulnerabilità, attraverso un processo di ricerca passivo basato su fonti OSINT e CLOSINT frutto del servizio di Domain Threat Intelligence di Swascan, il Cyber Security Research Team, ha prima riconfermato con un’ulteriore precisa verifica manuale i risultati e ha successivamente notificato il Computer Emergency Response Team (CERT-EU) europeo.

Questa Task force, composta da esperti di sicurezza informatica delle principali istituzioni dell’Unione Europea (Commissione Europea, Segretariato Generale del Consiglio, Parlamento Europeo, Comitato delle Regioni, Comitato Economico e Sociale), una volta ricevuta la notifica e i dettagli necessari ha provveduto all’attività di remediation con successo.

Questo riconoscimento si aggiunge a una lunga lista di successi targati Swascan.

La società con sede a Milano, Roma e Napoli è già infatti presente nella Hall of fame di SAP e Nokia; e fa parte dei Security Credits di Apple.

Negli ultimi 12 mesi, inoltre, ha portato a termine numerosi Vulnerability Disclosure di successo con le più grandi aziende e multinazionali di tutto il mondo, tra cui: Xfinity, AdobeMicrosoft, LenovoHuawei e GoToMeeting.

I nostri servizi

Vulnerability
Assessment

Network
Scan

Code
Review

GDPR
Assessment

Domain threat
intelligence

ON PREMISE

Servizi Swascan